Il 16 novembre di ogni anno è una data che Crotone e tutti i crotonesi non possono dimenticare. Quel giorno di trenta anni fa, nel 1989, i telegiornali annunciavano un incidente ferroviario avvenuto alle ore 13:20. Un treno locale, composto da due automotrici, provenendo da Cariati si scontrò con un treno proveniente da Catanzaro. Quel treno passò dalla stazione ferroviaria di Crotone. Ci fu un urto veemente. I treni viaggiavano veloce e, allo scontro, le automotrici si ribaltarono sulla scarpata laterale. Sui giornali venivano pubblicati i nomi delle dodici vittime.

Ogni anno, le associazioni talia Nostra, Gruppo Archeologico Krotoniate e Filt-Cgil depongono, ai piedi della targa sulla facciata del piazzale antistante la stazione ferroviaria, dei fiori a ricordo delle  dodici vittime. Quest’anno la pandemia da Covid-19 ha fermato questa commemorazione:

«Nel 31° anniversario del disastro ferroviario del 16 novembre 1989 il pensiero va alle vittime di quella tragedia ed alle loro famiglie» ha scritto così il primo cittadino Vincenzo Voce.

«Purtroppo l’emergenza sanitaria in corso non consente lo svolgimento di cerimonie commemorative ma vogliamo comunque doverosamente ricordare questa pagina triste per la nostra città rivolgendo il nostro pensiero a Carmela, Loredana, Delia, Antonella, Franca, Rita, Emma, Mirella, Rosanna, Salvatore, Angelo, Antonio.

La città non ha dimenticato quelle ore drammatiche, non dimentica le vittime di quella tragedia assurda, è vicina alle famiglie il cui dolore non potrà mai essere lenito dal tempo».

Fonte: CrotoneOK