Questo il risultato del tavolo tecnico, convocato nei giorni scorsi, e che ha visto come protagonisti il Mibact, la Regione Calabria ed il Comune di Crotone

Il 22 luglio, presso la sede della Cittadella Regionale a Catanzaro si è svolta la riunione del Tavolo direttivo del progetto “L’Antica Kroton”.
È stata effettuata una prima analisi dello stato di avanzamento del progetto e sono state identificate diverse e criticità in merito alla fattibilità di alcuni interventi.

In particolare il Tavolo direttivo ha deliberato di assegna re alla bonifica del Castello Carlo V la somma di € 1200.000 finalizzati alla bonifica da tenorm, intevento propedeutico al restauro e valorizzazione del momento in aggiunta ai 3.000.000.00 di euro già stanziati dal MiBACT nell’ambito del PON Cultura e Sicurezza 2014/2020.

Il Segretariato Regionale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per la Calabria, il Comune di Crotone e la Regione Calabria hanno anche espresso soddisfazione per l’assenso del Ministero degli Interni al protocollo di legalità condiviso con la Prefetttura di Crotone.

Alla riunione hanno partecipato i componenti del Tavolo Direttivo Nino Spirlì, Vicepresidente della Regione Calabria e Assessore alla Cultura e ai Beni e alle Attvità culturaili, Salvatore Patamia, Segretario Regionale del MiBACT per la Calabria, Tiziana Costantino, Commissario Prefettìzio del Comune di Crotone, Francesca Gatto, Dirigente del Dipartimento del Turismo Spettacolo e Beni Culturali ed il responsabile della Regione Calabria per il Protocollo di legalità Ferdinando Pelaggi. Hanno preso parte inoltre l ‘Assessore all’Ambiente. Sergio De Caprio, il Dirigente del Dipartimento della Programmazione della Regione Calabria, Tommaso Calabrò, Direttore generale della Programmazione Unitaria e i componenti della struttura del Vicepresidenre Spirlì.

Confindustria Crotone ha appreso con soddisfazione la notizia della recente riunione del Comitato direttivo per il progetto di valorizzazione dell’Antica Kroton e della volontà dei soggetti attuatori di attivare il protocollo di legalità e la progettazione degli interventi.
«Siamo pronti – ha dichiarato Mario Spanò, presidente di Confindustria di Crotone a svolgere un ruolo attivo e propositivo, collaborando con Regione, Comune e Segretariato regionale Mibact.».

Sull’argomento è intervenuto anche l ‘Ance Crotone. L’.associazione che rappresenta i costruttori ha espresso il proprio plauso.
«La richiesta di attenzione a avanzata dalle Organizzazioni più rappresentative del territorio attraverso la lettera di partenariato sottoscritta ed inviata nei giorni scorsi alla Regione, ai Mibact ed al Comune di Crotone ha sortito il suo effetto positivo” – secondo il Presidente di Ance Crotone Giovanni Mazzei – Dobbiamo continuare insieme a vigilare e chiediamo di essere coinvolti con tavoli di partenariato, che ci rendano protagonisti delle scelte di valorizzazione del territorio crotonese».

Fonte: Crotone OK