Il giorno 18 Dicembre c.a. alle ore 15:30, presso il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna, si svolgerà una conferenza dal titolo:

Il Progetto BLUEMED e le nuove installazioni nel Museo di Capo Colonna

Il Progetto BLUEMED (Plan/test/coordinate Underwater Museums, Diving Parks and Knowledge Awareness Centres in order to support sustainable and responsible tourism development and promote Blue growth in coastal areas and islands of the Mediterranean) è finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del programma di cooperazione INTERREG MED Programme 2014-2020, sviluppato da 11 diversi partner internazionali fra cui, per l’Italia, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MIBACT) e l’Università della Calabria (UNICAL).

L’obiettivo del progetto è quello di supportare lo sviluppo del turismo sostenibile e responsabile nelle aree costiere ed insulari del Mediterraneo, puntando alla valorizzazione del patrimonio culturale subacqueo.

L’evento rappresenta il momento di presentazione al pubblico del “Knowledge Awareness Center” (KAC) realizzato dall’UNICAL presso il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone) grazie ad un accordo di collaborazione stipulato con il Polo Museale della Calabria.

Il KAC è uno spazio nel quale, attraverso l’utilizzo di tecnologie multimediali, si possono offrire ai visitatori informazioni e contenuti relativi ai beni culturali e naturalistici presenti sui fondali del Mar Mediterraneo ed in particolare in quelli dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” che è partner associato del Progetto BLUEMED.

Durante l’evento, si svolgerà anche una tavola rotonda in cui saranno affrontati i diversi aspetti legati alla tutela e valorizzazione a dei beni culturali subacquei e le possibili ricadute sullo sviluppo turistico della Regione Calabria.

Sito web del progetto BLUEMED: https://bluemed.interreg-med.eu

locandina

Fonte: Unical

Articoli correlati

Inaugurato il terzo Centro di conoscenza (KAC) per i musei subacquei e il turismo

Il progetto Bluemed

Progetto BlueMED – Plan/test/coordinate Underwater Museums, Diving Parks and Knowledge Awareness Centres in order to support sustainable and responsible tourism development and promote Blue growth in coastal areas and islands of the Mediterranean.

Finanziato dall’Unione Europea: programma MED 2014-2020. Priority Axis-Investment Priority-Specific Objective 3-1-1. Priority Axis 3: Protecting and promoting Mediterranean natural and cultural resources. PI 6c. 3.1: To enhance sustainable the development policies for more efficient valorization of natural resources and cultural heritage in coastal and adjacent maritime areas of a sustainable and responsible coastal and maritime tourism in the MED Area.

Siti campione per l’Italia: Area Marina protetta di Baia e Area Marina Protetta di Capo Rizzuto.

Il progetto e coordinato dal Regional Development Fund of the Region of Thessaly (Grecia) e il consorzio e composto dai seguenti partners europei: Directorate-General of Antiquities and Cultural Heritage, Ministry of Culture Greece (Grecia); University of Patras Division of Environmental Engineering and Transportation (Grecia); Municipality of Pylos-Nestor, Peloponese, Methoni Underwater Museum (Grecia); Depart. of Mechanical, Energetics and Management Engineering, University of Calabria (prof. Fabio Bruno) (Italia); Regione Siciliana – Sea Supervision Office, Oceanography Centre at the University of Cyprus (Cipro); District Development Agency Larnaca (Cipro); University of Zagreb Faculty of Electrical Engineering and Computing Department of Control and Computer Engineering; LABUST – Laboratory for Underwater Systems and Technologies (Croazia); ATLANTIS Consulting SA Societa privata (Grecia). Partner associato: Parco archeologico dei Campi Flegrei.

Il progetto si propone di ideare, sviluppare e divulgare attività e programmi di gestione per la valorizzazione di Musei e Parchi Marini così da sostenere e favorire un turismo responsabile nei siti costieri e nelle isole del Mediterraneo. Lo sviluppo di nuove tecnologie permetterà di incrementare i sistemi di fruizione dei siti sommersi. Le attività comprendono scavo archeologico propedeutico al restauro, documentazione 3D, restauro e/o manutenzione ordinaria, redazione di un piano di conservazione programmata e strumenti per la fruizione Sito campione italiano. Baia- Villa con ingresso a protiro.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/BluemedMed/
Fonte del testo: http://www.icr.beniculturali.it/pagina.cfm?usz=2&uid=182&idnew=457