Allarme rosso per 10 monumenti italiani. Dopo il crollo del tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami a Roma, Italia Nostra ha messo a punto una lista dei beni culturali in pericolo, forse a rischio crollo: la Chiesa di S. Francesco a Pisa, Palazzo Silvestri Rivaldi ai Fori Imperiali a Roma, il Castello Svevo di Augusta a Siracusa, la chiesa di Sant’Ignazio al Collegio Romano a Roma, la chiesa di Sant’Angelo in Formis a Capua, palazzo Chigi Albani a Soriano del Cimino (Viterbo), villa Zanelli a Savona, il Borgo medievale delle Gualchiere di Remole a Firenze, il Sacrario di Redipuglia a Gorizia.

E infine le Mura urbiche antiche: dai bastioni di Palmanova (Udine) alle mura del centro storico di Crotone, passando per le mura di Ferrara, di Amelia (TR), di San Gimignano (SI) e perfino le Mura Aureliane a Roma (per citare solo alcuni esempi) è tutto un elenco di crolli e distacchi di pietre e mattoni dai paramenti esterni, cronache di un lento inesorabile disfacimento.

Italia Nostra afferma che complessivamente in Italia 350 beni culturali sono a rischio: chiese, castelli, palazzi, fortificazioni, siti archeologici, borghi, che vengono seguiti dalle 200 sezioni territoriali di Italia Nostra.

Fonte: Il Giornale di Calabria